ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018

Contenuto
Tematica: 

VOTO A DOMICILIO

Il voto domiciliare è previsto esclusivamente a favore degli elettori indipendenza vitale e continuativa da apparecchiature elettromedicali o  degli elettori che sono affetti da gravissime infermità,tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di trasporto pubblico organizzati dal Comune (art.1 D.L. 1/2006).
E' possibile votare a domicilio solo nel caso in cui il richiedente dimori nell'ambito del territorio del comune di cui è elettore.
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA  (art.1, co. 3, L.7/5/2009, n. 46)
Gli elettori interessati devono far pervenire al Comune di iscrizione elettorale la seguente documentazione:
A) dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa (scarica modello);
B) un certificato, rilasciato dal funzionario medico,designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, che attestil 'esistenza delle condizioni di infermità previste dalla legge 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato,ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.
La domanda dovrà pervenire al Comune entro LUNEDI'   12 FEBBRAIO.
Se sulla tessera elettorale dell'elettore non è già inserita l'annotazione del diritto al voto assistito, si può richiedere al funzionario ASL di attestare attesta l'eventuale necessità di un accompagnatore per l'esercizio del voto al momento in cui rilascia il certificato per il voto domiciliare.